SansepolcroNotizie

Spi Cgil Valtiberina: "Riattivare immediatamente le cure intermedie"

"L'emergenza Covid ha fatto venir meno i posti letto disponibili nell'ospedale di Sansepolcro. Adesso questo reparto deve essere riaperto"

"Le cure intermedie hanno una funzione essenziale. Per tutti ma soprattutto per le persone anziane che dopo il ricovero ospedaliero non sono ancora nella condizione di avere una soluzione idonea al proprio domicilio. L'emergenza Covid ha fatto venir meno i posti letto disponibili nell'ospedale di Sansepolcro. Adesso questo reparto deve essere riaperto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo Spi Cgil della Valtiberina rivolge questo appello alla Asl Toscana sud est. "Le cure intermedie e, più complessivamente la medicina territoriale, devono essere tra le priorità dell'azienda. Erano carenti prima ma adesso rischiano di giungere al collasso. Sono state sottovalutate fino ad ora ma in futuro ci deve essere una correzione di rotta. Non è assolutamente rinviabile la presa in carico dei bisogni che emergono sempre più impellenti scaricando sulla famiglia un peso di ordine socio-sanitario del quale la sanità pubblica deve farsi carico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus in due famiglie dell'Aretino, ordinanza di Rossi: "Trasferimenti negli alberghi sanitari o multe"

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento