SansepolcroNotizie

"L'hotel La Balestra diventa una Rsa. Il sindaco risponda alle nostre domande"

"La notizia della trasformazione dello storico Hotel La Balestra di Sansepolcro in una Rsa è stata notizia improvvisa e che tocca vari aspetti della situazione della città di Sansepolcro e della Valtiberina tutta". Attacca così una nota della Lega di Sansepolcro

"La notizia della trasformazione dello storico Hotel La Balestra di Sansepolcro in una Rsa è stata notizia improvvisa e che tocca vari aspetti della situazione della città di Sansepolcro e della Valtiberina tutta". Attacca così una nota della Lega di Sansepolcro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dichiarazioni a mezzo stampa del Sindaco di Badia Tedalda Alberto Santucci suscitano una serie di questioni che vanno approfondite; per questo presenterò un’interrogazione al Sindaco Mauro Cornioli per verificare una serie di aspetti legati proprio all’attuale equilibrio in Valtiberina sulle Case di Riposo. È opportuno capire, per prima cosa, se c’è stata una condivisione ed una programmazione con gli altri Sindaci della Vallata, presupposto che dovrebbe essere alla base di una scelta rilevante come questa. Stando alle dichiarazioni del Sindaco Santucci, questo sembra proprio non essere avvenuto e, anzi, i Sindaci avrebbero espresso pareri negativi, dubbi e perplessità. In secondo luogo, cosa potrebbe succedere nel caso in cui la Conferenza Zonale Integrata della Zona Aretina – Casentino – Valtiberina votasse a favore della richiesta di quote della nuova struttura? Verrebbero assegnate nuove quote dalla ASL (ipotesi a mio avviso poco probabile) o verrebbero ridistribuite le quote attualmente già assegnate alla Vallata? Attualmente alla Valtiberina sono assegnate poco più di 100 quote, ovvero contributi che la ASL garantisce per la copertura delle spese degli utenti. Nel caso in cui venisse assegnata una parte delle quote esistenti alla nuova struttura, questo comporterebbe una diminuzione delle quote assegnate alle altre case di riposo del Comprensorio. Ci chiediamo se il Sindaco abbia valutato il fatto che questo potrebbe andare a discapito degli equilibri esistenti fra i Comuni valtiberini. Di fondamentale importanza, infine, è il fatto che a Sansepolcro è già presente un’altra Casa di Riposo, ovvero il San Lorenzo: è stato valutato il fatto che questa proposta possa andare a discapito anche di questa struttura? Ci auguriamo che il Sindaco e l’Amministrazione abbiano delle risposte esaustive a questa serie di interrogativi, perché se così non fosse, ci troveremmo di fronte ad una poco saggia ed immotivata improvvisazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Un 22enne stampa in 3D le valvole per le maschere Decathlon. E le dona agli ospedali

  • Emergenza Covid-19: un valido aiuto viene dai Commercialisti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento